CAD semplice
192 subscribers
117 photos
5 videos
1 file
149 links
chiacchiere in libertà su AutoCAD, BricsCAD, GstarCAD, nanoCAD, progeCAD, ZWcad ed i CAD basati su DWG

Per contatti scrivi a: @domenicoieva
Download Telegram
to view and join the conversation
#AutoCAD
ALIAS DEI COMANDI

AutoCAD offre la possibilità di associare dei nomi alternativi (alias) a tutti i comandi al fine di poterli richiamare più rapidamente tramite tastiera.

Queste associazioni sono salvate nel file ACAD.PGP.

Alcune sono già predefinite, ad esempio, digitando "L" si richiama il comando "LINEA", con "PL" il comando POLILINEA.

Per creare delle proprie 'abbreviazioni' o cambiare quelle esistenti si può editare manualmente il file ACAD.PGP (dal ribbon Gestione pulsante "Edita alias").

La sintassi è molto semplice:
<alias>, *nome_comando
quindi ad esempio, per abbreviare il comando "3DARRAY" con "3A": 3A, *3DARRAY.

La definizione si può inserire in una qualsiasi parte dei file.

Ricordate che, dopo aver modificato e salvato il file .PGP, occorre farlo 'rileggere' da 'AutoCAD' utilizzando il comando REINIT.

Se sono installati gli Express Tools si ha a disposizone un programma apposito per eseguire la stessa operazione: digitare ALIAS sulla linea di comando.

Il comando si presenta con una finestra di dialogo nella quale tramite 3 pulsanti si possono aggiungere, modifcare e cancellare le definizioni (alias / comando).
#autocad
QUOTE E PUNTI ESCLAMATIVI

Quando appaiono nei pressi delle quote delle iconcine gialle con punti esclamativi significa che la
quota non è più associata all'oggetto.

Si può scegliere se riassociare la quota tramite il comando DIMRIASSOCIA richiamabile anche
tramite click destro sull'iconcina. Per rendere nuovamente associativa la quota bisogna specificare
nuovamente i punti a cui la quota si riferisce.

Se invece ci si vuole limitare a far sparire le iconcine ed a lasciare le quote disassociate basta
impostare la variabile ANNOMONITOR a -1.
#autocad
PUNTI INSERIMENTO ALTERNATIVI nei BLOCCHI

I blocchi dinamici offrono anche la possibilità di definire dei punti di inserimento alternativi a quello principale del blocco.

A seconda della conformazione del blocco può essere comodo avere altri punti di inserimento che, agganciati al puntatore, consentono di disporre il blocco nella giusta posizione.

Per passare ciclicamente da un punto di inserimento all'altro basta premere il tasto CTRL in fase di inserimento.

Nell'animazione seguente si nota come l'inserimento dell'ultimo blocco risulta impossibile in quanto non ci sono riferimenti sulla parte sinistra. Premendo il tasto CTRL il cursore si sposta su un punto in alto a destra ed è così possibile inserire il blocco.
#autocad
LINEA DI ASSE
Non è da sottovalutare quello che fa il comando LINEAASSE.
Il comando disegna una linea equidistante tra le 2 linee parallele selezionate o la bisettrice dell'angolo formato da 2 linee convergenti.
A questo asse viene poi assegnato il tipo di linea CENTRO.

Il punto di forza del comando è che crea una linea che mantiene una associatività con le due linee di riferimento che sono servite a definirla.

Modificando la posizione di una delle due linee, o entrambe, l'asse si riposiziona in automatico.

L'asse può essere creato anche selezionando polilinee. Nel caso di polilinee multi segmento il comando consente di selezionare solo un segmento e non l'intera polilinea.
Questo è un vantaggio perchè, nel caso di un rettangolo costruito con una polilinea, si riescono a definire entrambi gli assi (vedi animazione seguente).
Non sono supportati gli archi.

Attenzione se si sposta il solo asse lo si disassocia dalle linee di riferimento.

In questi casi utilizzare il comando RIASSOCIACENTRO per ri-associarle ase con linee di riferimento
#autocad
#nanocad
MODIFICA RAPIDA DI UN ATTRIBUTO

Un doppio click immesso su un attributo invoca il comando EATTEDIT con l'apertura della finestra di dialogo che contiene tutti gli attributi del blocco per consentirne la modifica.

Se mentre si immette il doppio click sull'attributo contemporaneamente si tiene premuto il tasto CTRL, non apparirà la finestra di dialogo ma l'attributo diventerà editabile come un normale oggetto testo rendendo la modifica più rapida.

Questa funzionalità è disponibile solo in AutoCAD e nanoCAD.
#autocad
#gstarcad
#progecad
IMPDALAY, imposta 'Dalayer'

Il comando IMPDALAY o - in inglese - SETBYAYER (che rende meglio l'idea...) è il comando che in un sol colpo imposta le proprietà 'Dalayer' agli oggetti selezionati per quanto riguarda le proprietà :
- colore
- tipo di linea
- spessore di linea
- materiale
- stile di stampa
- trasparenza.

Dopo la selezione oggetti il comando richiede se cambiare una eventuale impostazione DaBlocco in Dalayer .

Può applicare questa modifica anche a livello delle entità contenute nei blocchi selezionati.

Questa opzione è davvero molto utile per sistemare blocchi fatti male o che si vogliono gestire in maniera diversa.

Il comando è disponibile in AutoCAD, GstarCAD e progeCAD.
#autocad
APRIPARZIALE
Questo comando ha la possibilità di aprire un file DWG selezionando preventivamente i layer da mostrare.

Può essere comodo utilizzarlo in presenza di disegni di grandi dimensioni, quando si vogliono consultare solo gli oggetti posti su un determinato layer.

Oppure quando si vuole estrapolare da quel file solo alcuni oggetti senza impelagarsi in comandi di selezione filtrati e congelamenti di layer.

Un'altra possibilità che offre è quella di caricare il file DWG senza gli Xrif (riferimenti esterni ) eventualmente collegati.

Richiamabile da tastiera con APRIPARZIALE o selezionado la voce nell'elenco che appare cliccando la freccia del pulsante 'Apri' del comando APRI.
#autocad
RICERCARE IN QUALI DISEGNI È PRESENTE UN DETERMINATO BLOCCO

Per scoprire rapidamente in quali disegni si è utilizzato un determinato blocco si può fare uso di ADC.

Il comando ADC (acronimo di AutoCAD Design Center) permette di trovare (anche) un blocco all'interno dei file dwg contenuti in una cartella e relative sottocartelle.

Nella finestra del comando :
1️⃣ seleziona la scheda "Cartelle"
2️⃣ seleziona una cartella dell'HD e poi immetti click destro del mouse.
3️⃣ nel menu contestuale che appare seleziona "Trova...".

Nella nuova finestra che si apre :
4️⃣ seleziona la voce "Blocchi" nella lista "cerca"
5️⃣ immetti il nome del blocco da cercare nella casella "cerca il nome".
6️⃣ premi il pulsante "Cerca" posto a destra.

In basso, nella finestra principale, appariranno i nomi dei file DWG che contengono il blocco.

La ricerca supporta i caratteri jolly, se si volessero cercare tutti i blocchi che iniziano con la lettera "P" scriveremmo "P*".
Se volessimo trovare tutti i blocchi tranne quelli che cominciano con la lettera "C" scriveremmo "~C*".
#autocad
UTILIZZO DI AutoCAD da PC REMOTO
AutoCAD non è progettato per essere utilizzato da remoto.
Quando si esegue AutoCAD in remoto tramite software di accesso remoto come GoToMyPC, TeamViewer, ecc., Il programma potrebbe avere dei momenti di latenza o si interrompe.
Si possono verificare ritardi o pause durante il PAN, lo ZOOM o lo spostamento del cursore all'interno del disegno.

Alcuni suggerimenti forniti da Autodesk per cercare di migliorare la situazione sono:
🔹 Installa l'ultima versione di Windows Updates
🔹 Impostare la variabile CURSORTYPE = a 1 (il puntatore a schermo diventa il Puntatore del mouse di Microsoft Windows).
🔹 Richiamare il comando _GRAPHICSCONFIG e disabilitare l'accellerazione hardware.
🔹 Usare una connessione su cavo anzichè il Wi-Fi
#autocad
DIFFERENZA TRA SOTTRAI E SVUOTA

Quando si muovono i primi passi nella modellazione solida è facile fare confusione fra questo 2 comandi.

Il comando SOTTRAI esegue una vera è propria sottrazione (rimozione) di un solido (o parte di esso) dall'interno di un altro solido che lo contiene (anche parzialmente).

Si viene a creare così un nuovo solido che possiede una 'cavità' della stessa forma del solido sottratto.

Il comando SVUOTA invece opera con un unico solido.
La cavità sarà descritta dall'insieme delle facce del solido estruse della misura specificata (che rappresenterà lo spessore di ogni ex faccia).

Il comando, o meglio, l'opzione SVUOTA del comando MODIFSOLIDI, richiede lo spessore che dovranno avere le facce che compongono il solido.

Durante la fase di selezione oggetti è possibile escludere dalla selezione alcune facce che saranno poi completamente eliminate.

Un valore di spessore negativo fa si che l'estrusione delle facce avvenga verso l'esterno e non verso l'interno del solido.
#autocad
RIMOZIONE ICONE INFOCENTER
La serie di icone e controlli posti all'estrema destra nella barra del titolo della finestra del programma, possono essere rimossi modificando il valore di una chiave di registro.

Il motivo per cui sia conveniente rimuoverli non lo conosco... magari per alcuni possono risultare una fonte di distrazione...

La stringa da incollare sulla riga di comando è la seguente:
(vl-registry-write (strcat "HKEY_CURRENT_USER\\" (vlax-user-product-key) "\\InfoCenter") "InfoCenterOn" 0)

con il valore di 0 (l'ultimo carattere prima della parentesi chiusa) si eliminano.
Con 1 si riattivano.

La variazione è visibile solo al successivo riavvio di AutoCAD.
#autocad
ELENCO FILE RECENTI

L'elenco dei file che mostra il menu dell'applicazione di AutoCAD elenca i file aperti recentemente.

Il numero di questi file dipende dal valore impostato nella scheda "Apri e Salva" nella casella "Numero di file utilizzati di recente", siamo nel comando OPZIONI.
I valori ammessi sono da 0 a 50.

Una funzionalità di questa lista è quella di poter fissare nell'elenco i file per i quali si è attivata la 'puntina' (Pin).
Questi file scenderanno fino alle ultime posizioni ma non usciranno mai dalla lista.
#autocad
OPZIONI DELLA RIGA DI COMANDO
Prima di avviare AutoCAD, è possibile specificare dei parametri aggiuntivi - noti come opzioni della riga di comando - che impostano il programma con certe modalità.

Queste opzioni vanno specificate nella stringa contenuta all'interno del collegamento sul desktop e che serve ad avviare il programma.

Tra le opzioni disponibili ci sono quelle per avviare AutoCAD con un determinato file modello (template), oppure per avviarlo con una determianta area di lavoro o profilo utente. E' possibile inoltre avviare AutoCAD con una opzione che esegue un file script (sequenze di comandi) all'avvio.

Di seguito Alcuni codici per le opzioni:
/t Avvia AutoCAD con un nuovo disegno basato sul file modello (.DWT) specificato: /t "base_x_2d.dwt"

/b Avvia AutoCAD con un file Script : /b "nome_script.scr"

/nohardware Disabilita l'accelerazione hardware

/nologo non mostra lo 'splash screen'

/p Imposta il profilo utente specificato : /p "nome_profilo" o "profile.arg"

/set Carica un file Sheet Set (.DST) : /set "nome_sheet_set.dst"

/w Imposta il nome dell'area di lavoro (workspace) desiderata: /w "Modellazione 3D"

Per sfruttare al meglio queste opzioni si potrebbero creare più collegamenti sul desktop - ognuno con opzioni diverse - al fine di avviare AutoCAD in base al tipo di lavoro da svolgere.

Nel video seguente vediamo un esempio.
Partendo dal collegamento originale si creano 2 copie e poi si personalizzano.

Nella 1a si imposta il richiamo di un file template "base_x_2d.dwt" che sarà utilizzato per eseguire i disegni 2D.

Nella 2a si setta tutto per il disegno 3d richiamando un nuovo file modello come base e una area di lavoro personalizzata costruita per lavorare al meglio in 3d.

Attenzione: se la schermata inizio (Start) è attiva alcune opzioni non vengono eseguite.
In questo caso è opportuno richiamare anche un profilo (/p) - precedentemente creato - in cui la schermata iniziale sia disabilitata (#variabile STARTUP = 0).
PROPRIETA' DEGLI OGGETTI NEI BLOCCHI
L'aspetto di un oggetto contenuto in un blocco può essere controllato utilizzando uno dei seguenti metodi:

🔹- Tramite layer, Le proprietà di un oggetto sono controllate dal layer su cui si trova. La proprietà deve essere impostata su DaLayer (ByLayer).

🔹- Per oggetto, i valori delle proprietà di un oggetto possono essere impostati direttamente e non sono influenzati dal layer su cui si trova l'oggetto o le proprietà del blocco.

🔹- Per blocco, le proprietà di un oggetto sono controllate (ereditate) da quelle del blocco in cui viene inserito.
Affinché un oggetto erediti un valore di proprietà da un blocco, la proprietà dell'oggetto deve essere impostata su DaBlocco (ByBlock).

A questo proposito ricordare sempre l'esistenza del comando IMPDALAYER (ne ho scritto qui) che può applicare proprietà DaLayer anche a livello delle entità contenute nei blocchi selezionati.
#autocad
Impossibile creare il collegamento dati perché Excel non è stato trovato

In un disegno c'è una tabella con un collegamento ad un file Excel e viene mostrato questo messaggio "Impossibile creare il collegamento dati perché Excel non è stato trovato" sebbene Excel sia presente sul PC.

Il post di Autodesk elenca le possibili cause di quest'evento e le potenziali soluzioni.
https://knowledge.autodesk.com/it/support/autocad/troubleshooting/caas/sfdcarticles/sfdcarticles/ITA/Error-using-Datalink-in-AutoCAD-cannot-add-link-because-excel-cannot-be-found.html
#autocad
Gli oggetti di tratteggio scompaiono quando il disegno viene aperto, riaperto o inserito

Tra le tante cose strane che possono capitare c'è anche questa.

Dipende dal fatto che si pensa di aver disegnato un tratteggio pieno (modello SOLID) invece è un tratteggio composto da linee molto fitte.

per i dettagli e soluzioni questo è il post di Autodesk
#autocad
ATTIVARE AL VOLO L'OSNAP CENtro

Premendo la combinazione di tasti MAIUSC+C e spostando il puntatore in prossimità di un cerchio, arco o ellisse si attiva temporaneamente il modo di Osnap CEN per agganciarsi al centro.
#autocad
TAVOLOZZA BLOCCHI RECENTI

La tavolozza dei blocchi contiene una scheda relativa ai blocchi utilizzati recentemente (Recente).

Per la precisione sono visualizzati i blocchi creati o inseriti nella sessione corrente o precedenti.

Il numero di voci o anteprime visualizzate in questo elenco è regolato dal valore della variabile BLOCKMRULIST (cioè block most recent user list).
Il valore di default è 50 ma il range ammesso va da 0 a 100.

Se si volesse per ragioni di riservatezza o altri motivi cancellare la lista dei Blocchi Recenti si può impostare questa variabile a 0 e poi rimetterla ad un valore maggiore.