Fatturami.it
3 subscribers
6 links
Dall'ordine al pagamento alla fattura senza toccare un tasto
Download Telegram
to view and join the conversation
Channel created
Da oggi anche qui le novità sul servizio Fatturami.it e sulla fattura elettronica
Fatturazione elettronica

Ci siamo quasi. Nonostante la dichiarazione di illegalità delle norme attuali, da parte del Garante Privacy, partirà lo stesso ma senza sanzioni.

Ognuno di noi deve fare qualcosa. Ecco cosa.


#### In sintesi:

- chiedete ai vostri commercialisti un esempio compilato con i dati aziendali di fattura xml per ogni tipo di vostra vendita e giratelo a info@fatturami.it
- scegliete il canale di notifica e il relativo fornitore delle fatture passive e quello per inviarle, in funzione di quante fatture emettete/ricevete. I costi sono variabilissimi, i commercialista oggi hanno mezzo centesimo a fattura. Noi no.
- Nota: dal primo gennaio continuate a inviare i pdf e se possibile gli xml ai clienti. Anche se non hanno valore, vi comunicheranno per tempo eventuali errori. Manderemo gli xml in un secondo momento, nei termini che indicheranno.


#### Ogni azienda avrà vari tipi di fatture elettroniche in xml.

Il commercialista forniva un modello di fattura da seguire, imitato in Word.

Oggi il commercialista deve fornirci i modelli di fattura xml che dovremo usare.

Ci sono tanti dati che ogni azienda ha, e altri che il commercialista puo' individuare. Fatevi creare una fattura xml per ogni tipo di fattura che dovete fare.

Fatturami utilizzerà gli xml che voi fornirete.


#### Area Fatture / Corrispettivi

Una abnormità e' l'impossibilità per i privati di contestare una fattura davanti all'ADE (Agenzia delle Entrate) che passi da SDI (sistema di interscambio).

Pare che dovremo pretendere dal privato una nota di accredito (storno).

Se non ci colleghermo all'area Fatture / Corrispettivi (con SPID o CNS o per poco ancora con i dati di accesso Entratel/fiscoonline) e non indicheremo a quale pec inviare le fatture inviate a SDI, ci troveremo nello sportello fiscale delle fatture come se avessimo fatto quelle spese, e senza ricevere alcuna notifica.


#### PEC e codice destinatario per il ciclo passivo delle fatture.

Quindi o vi fate mandare tutto tramite pec o codice destinatario fornito da un fornitore che riceverà i vostri xml (fatture attive da inviare, ma anche passive ricevute).

Attenzione che non esistono controlli su PEC o codice destinatario: un errore di scrittura porterà a problemi infiniti. E ADE / SDI nega di poter rettificare dati personali sbagliati ...

#### Novità

Maggiori informazioni su:

- pagina Facebook di www.Fatturami.it,
- via telegram www.t.me/fatturami
- https://www.fatturami.it/page/fattura-elettronica

Domande a info@fatturami.it o questa email.

Spataro
## 14.12.2018 Due Addenda

- il termine per l'invio dell'xml e' di 10 giorni di tolleranza dalla ordinaria data di scadenza. Non il 15 febbraio.

- molti gestori consentono di caricare, oltre al singolo xml, anche uno zip con tanti xml internamente. Fatturami prevederà la possibilità di generare file zip contenenti tutti gli xml da inviare. Chiedete al vostro commercialista.

Vi prego di comunicarmi per tempo ... cosa vi propone il commercialista.

Io sto valutando ancora tra tre piattaforme, indipendentemente dai costi

TRUCCO
Se, quando fate un ordine, non comunicate PEC ne' CODICE DESTINATARIO, il sistema di interscambio vi manderà comunque la fattura alla destinazione predefinita.

La destinazione predefinita la potete cambiare in ogni momento nell'area "fatture corrispettivi". Consiglio: impostateli quanto prima.

Questo vi permetterà di cambiare fornitore nel tempo senza dover fare aggiornare la vostra anagrafica presso tutti i fornitori.

Quindi: se ordinate online qualcosa, non indicate ne' pec ne' codice destinatario. Ma mettete quello predefinito nell'area "fatture corrispettivi" dell'Agenzia delle Entrate.

AVVISO
Nei primi tempi fate attenzione alle fatture che vi arriveranno. Gioco che ci saranno una marea di errori e di omonimie da gestire.
Novità in attesa di conferma. Seguiranno ulteriori.
RINVIO DELLE SANZIONI fino a gennaio 2019.
Tuttavia l'obbligo di emissioni fatture resta.
Fornitori: Fatturami.it supporterà sia Aruba (piu' semplice per iniziare) che Fattureincloud (che consente l'automazione del processo.)

Da oggi lavoriamo a installre quanto necessario per la compatibiliità con entrmbi.
ESENTI
"Sono esonerati dall'obbligo i professionisti che applicano il regime di vantaggio (legge 111 del 2011) o il regime forfettario (legge 190 del 2014). Si tratta in entrambi i casi di regimi agevolati che stabiliscono un'unica aliquota sostitutiva delle imposte sui redditi e delle addizionali regionali e comunali, fissata, nel primo caso, al 5 per cento e al 15 per cento nel regime forfettario. Chi è in uno dei due regimi può comunque decidere di emettere fatture elettroniche, anche se non obbligato. "
SANZIONI
Dal web (nonostante il mio commercialista dica il contrario) :

"Più nel dettaglio, per i contribuenti che effettuano la liquidazione periodica dell'Iva con cadenza trimestrale, fino al 30 giugno non si applicano le sanzioni per tardiva emissione della e-fattura, purché l'emissione avvenga entro il termine di effettuazione della liquidazione periodica dell'imposta sul valore aggiunto. Per chi effettua la liquidazione dell'Iva con cadenza mensile, invece, la moratoria vale fino al 30 settembre."
SANZIONI
Altro articolo:

"L‘articolo 10 del decreto fiscale prevede infatti che, qualora nel primo semestre dall’introduzione della fatturazione elettronica ci siano ritardi nelle emissioni, non si applichino sanzioni. A patto però che il l’emissione avvenga comunque entro il termine di liquidazione periodica dell’IVA. se l’emissione dovesse avvenire entro il periodo di liquidazione Iva successivo la moratoria non vale. Saranno però applicate sanzioni fortemente scontate, con riduzione dell’80%. Le nuove modifiche vogliono ampliare il periodo di moratoria fino a settembre 2019, "
SANZIONI, nel dettaglio

"In merito alle sanzioni per tardiva emissione della fattura, riferimento di prassi è la circolare del Dipartimento delle Finanze n. 180 del 10 luglio 1998, all’interno della quale al punto 2 contenuto a pagina 27 è stabilito che:

“Dal testo dell’art. 13 (del Decreto Legislativo 472/1997, n.d.R.) è possibile enucleare almeno tre tipologie di ravvedimento, a seconda che lo stesso si perfezioni - entro le soglie temporali previste - con la semplice rimozione formale della violazione commessa o se ai fini della regolarizzazione, sia anche necessario il pagamento (contestuale o meno) della sanzione ridotta, del tributo dovuto e dei relativi interessi moratori.

Più esattamente, la prima tipologia è quella prevista dal comma 4 e riguarda gli errori e le omissioni che non incidono sulla determinazione e sul pagamento del tributo. Il ravvedimento relativo a tali infrazioni esclude l’applicazione delle previste sanzioni se la regolarizzazione interviene entro tre mesi dall’omissione o dall’errore. Esso si sostanzia, quindi, nel solo adempimento tardivo dell’obbligo imposto.

Rientrano nella suddetta tipologia tutte le violazioni formali (particolarmente numerose in certi settori impositivi, come quello dell’I.V.A.), nonché talune violazioni di natura potenzialmente sostanziale, a condizione che le stesse, nel caso concreto, non abbiano inciso sulla determinazione e sul versamento dell’imposta. Si pensi, nel campo dell’I.V.A., ad una fattura afferente un’operazione imponibile emessa o annotata con un ritardo talmente esiguo da consentire ugualmente la computazione della relativa imposta nella liquidazione periodica di competenza.”"
The account of the user that owns this channel has been inactive for the last 5 months. If it remains inactive in the next 30 days, that account will self-destruct and this channel will no longer have an owner.
The account of the user that owns this channel has been inactive for the last 5 months. If it remains inactive in the next 18 days, that account will self-destruct and this channel will no longer have an owner.
The account of the user that owns this channel has been inactive for the last 5 months. If it remains inactive in the next 8 days, that account will self-destruct and this channel will no longer have an owner.
Sono qui e amministro ancora